Your Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv Here
TOD’S: UTILE SEMESTRALE IN CRESCITA A € 65,4 MILIONI
Luigi No comments
Diego Della Valle

Il Consiglio di Amministrazione di Tod’s S.p.A., società quotata alla Borsa di Milano ed a capo dell’omonimo gruppo italiano del lusso, attivo nella creazione, produzione e distribuzione di calzature, accessori e abbigliamento di lusso e di alta qualità con i marchi Tod’s, Hogan, Fay e Roger Vivier, ha approvato oggi i risultati del Gruppo Tod’s relativi al primo semestre del 2011.

Il fatturato consolidato del Gruppo ammonta a 439,5 milioni di Euro nei primi sei mesi del 2011, con una crescita del 16,4% rispetto allo stesso periodo del 2010.

L’EBITDA del Gruppo ammonta a 115,6 milioni di Euro nel primo semestre del 2011 (+27,5% rispetto al primo semestre 2010) e con un margine sulle vendite del 26,3% (+230 basis points rispetto al primo semestre 2010).

L’EBIT è pari a 96,4 milioni di Euro (+29,8% rispetto al primo semestre 2010) e con un margine sulle vendite del 21,9% (19,7% nel primo semestre 2010).

L’utile netto del Gruppo, infine, ammonta a 65,4 milioni di Euro, con una crescita del 26,7%, rispetto al primo semestre 2010. A cambi costanti, utilizzando cioè gli stessi cambi medi del primo semestre 2010, i ricavi si attesterebbero a 438,5 milioni di Euro, con un incremento del 16,2%, l’EBITDA e l’EBIT sarebbero pari rispettivamente a 114,2 e 94,9 milioni di Euro.

Eccellenti risultati per il marchio Tod’s, che ha registrato una accelerazione della crescita rispetto al primo trimestre (+19,3% nel Q1 2011, +25,6% nel Q2 2011), grazie agli ottimi risultati realizzati nei DOS, in tutti i prodotti e le aree geografiche.

Nel primo semestre del 2011, le vendite del marchio ammontano a 239,7 milioni di Euro, con un incremento del 22,3% rispetto allo stesso periodo del 20102. Il marchio Hogan ha registrato ricavi per 148,3 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con un incremento del 7,9% rispetto ai primi sei mesi del 2010, risultato della crescita organica in Italia. Il marchio si sta ora focalizzando sul suo processo di espansione all’estero, con particolare attenzione verso i mercati asiatici, dove ha in programma di aprire negozi diretti già nei prossimi mesi.

Nel primo semestre del 2011, i ricavi del marchio Fay sono pari a 35,4 milioni di Euro, con una crescita del 3,3% rispetto allo stesso periodo del 2010, riconducibile, anche in questo caso, al mercato italiano.

Infine, il marchio Roger Vivier ha registrato ricavi pari a 15,6 milioni di Euro nei primi sei mesi del 2011, con una crescita del 64,3% rispetto al primo semestre 2010. Pur ricordando, come facciamo sempre, che il marchio si trova in una fase di consolidamento del suo posizionamento esclusivo nel mercato mondiale del lusso, si deve sottolineare la rilevanza di questo dato.

Il Gruppo conferma la sua leadership nel core business delle calzature, grazie agli ottimi risultati dei marchi Tod’s e Hogan. I ricavi di questa categoria ammontano a 325,5 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con un incremento del 15,3% rispetto ai primi sei mesi del 2010.

Significativa accelerazione della performance dei ricavi di pelletteria (+21,6% nel Q1 2011, +29,7% nel Q2 2011), trainata dagli ottimi risultati dell’intera collezione di borse e accessori del marchio Tod’s. Le vendite complessive di questa categoria sono pari a 72,7 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con una crescita del 25,7% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Infine, i ricavi di abbigliamento sono complessivamente pari a 41 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con un incremento del 10,7% rispetto ai primi sei mesi del 2010. Crescita a doppia cifra dei ricavi in tutti i mercati in cui opera il Gruppo.

Confermata la leadership di tutti i marchi sul mercato domestico. Nel primo semestre del 2011, le vendite in Italia ammontano complessivamente a 226,1 milioni di Euro (+11% rispetto ai primi sei mesi del 2010).

Nel resto dell’Europa, i ricavi del Gruppo sono pari a 91,2 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con una crescita del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2010. Forte accelerazione del mercato USA (+5,3% nel Q1 2011, +23,5% nel Q2 2011), grazie agli eccellenti risultati del canale diretto. I ricavi del semestre ammontano a 29,3 milioni di Euro (+15,2% rispetto ai primi sei mesi del 2010; +18% a cambi costanti).

I ricavi dell’area “Asia e Resto del Mondo”, infine, sono pari a 92,9 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con una crescita del 36,6% rispetto ai primi sei mesi del 2010. L’accelerazione della crescita rispetto ai primi mesi dell’anno è stata trainata dagli eccellenti risultati di Cina e Hong Kong. I ricavi del Giappone, nonostante i tragici eventi che hanno colpito questo paese, sono cresciuti nel primo semestre del 2011, anche se l’incremento è sostanzialmente riferibile al più favorevole rapporto di cambio.

Nei primi sei mesi del 2011, i ricavi a clienti terzi ammontano complessivamente a 212,5 milioni di Euro, con un incremento del 10,7% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Eccellenti i risultati registrati nella rete dei DOS, in tutte le aree geografiche; i ricavi complessivi del canale diretto ammontano a 227 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con una crescita del 22,4% rispetto al primo semestre 2010 (+21,6% nel Q1 2011, +22,9% nel Q2 2011). Al 30 giugno 2011, la rete distributiva del Gruppo è composta da 161 DOS e 70 negozi in franchising, rispetto ai 151 DOS e 71 negozi in franchising al 30 giugno 2010.

Eccellente il dato della crescita organica: nell’esercizio 2011 il Same Store Sales Growth (SSSG), calcolato come media a livello mondiale dei tassi di crescita dei ricavi registrati nei DOS esistenti al 1° gennaio 2010, è pari a 17,2% nelle prime 31 settimane dell’anno (periodo 1 gennaio – 31 luglio 2011), in accelerazione rispetto ai mesi precedenti, nonostante la base di confronto più impegnativa.

Commento alle principali voci di Conto Economico

Nel primo semestre del 2011, l’EBITDA del Gruppo ammonta a 115,6 milioni di Euro (+27,5% rispetto al corrispondente periodo del 2010), con un margine sulle vendite pari al 26,3%, superiore di oltre due punti percentuali rispetto al 24% del primo semestre 2010, grazie al significativo miglioramento del margine industriale, determinato principalmente dalla più favorevole composizione merceologica e geografica del fatturato.

Positivo anche l’effetto della leva operativa. Ne deriva una riduzione dell’incidenza sui ricavi dei costi per gli affitti (6,9% nel primo semestre 2011, rispetto al 7,5% del primo semestre 2010) e di quella del costo del lavoro (14,4% dei ricavi nel primo semestre 2011, rispetto al 15,3% dei primi sei mesi del 2010). Quest’ultimo dato, nonostante il continuo aumento degli organici del Gruppo (3.416 dipendenti al 30 giugno 2011, rispetto ai 3.102 al 30 giugno 2010).

L’EBIT del Gruppo è pari a 96,4 milioni di Euro nel primo semestre del 2011, con una crescita del 29,8% rispetto al primo semestre 2010 e con un margine sulle vendite del 21,9%, superiore di oltre due punti percentuali rispetto al dato del primo semestre 2010. L’incidenza degli ammortamenti sui ricavi è pari a 4,2% nei primi sei mesi del 2011, uguale a quella del primo semestre 2010.

Dato il sostanziale pareggio della gestione finanziaria, l’utile ante imposte del Gruppo ammonta a 96,9 milioni di Euro, con una crescita del 25,8% rispetto al primo semestre 2010.

Il carico fiscale del semestre è pari a 30,8 milioni di Euro, cui corrisponde un tax rate del 31,8%, in miglioramento rispetto a quello dell’esercizio 2010 (32,2%).

Il risultato netto consolidato ammonta a 66,1 milioni di Euro nei primi sei mesi del 2011, in crescita del 26% rispetto al primo semestre 2010 e con un margine sulle vendite del 15%. Infine, al netto degli interessi di terzi, il risultato netto del Gruppo ammonta a 65,4 milioni di Euro, con una crescita del 26,7% rispetto al primo semestre 2010.

Commento alle principali voci di Stato Patrimoniale e Cashflow

Nei primi sei mesi del 2011, il Gruppo ha investito 37,7 milioni di Euro in attività materiali ed immateriali fisse, di cui circa 20 milioni pari alla valorizzazione del contratto di sponsorizzazione dei lavori di ristrutturazione del Colosseo, siglato, in qualità di sponsor unico ed esclusivo, con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma.

Tod’s che rappresenta una delle realtà significative del “Made in Italy”, ha ritenuto un dovere, oltre che un onore, dare un contributo al sostegno dell’immagine dell’Italia nel Mondo, e pertanto si è impegnata a sostenere i lavori di ristrutturazione, con una somma omnicomprensiva di Euro 25 milioni, che verrà erogata in più anni, sulla base degli stati di avanzamento degli stessi, approvati dal Commissario delegato e dalla Soprintendenza.

La restante parte delle risorse è stata destinata all’apertura di DOS (con particolare attenzione al mercato cinese, dove il Gruppo prevede di aggiungere, nel prossimo anno, un significativo numero di punti vendita ai 38 esistenti), alla ristrutturazione di alcune importanti boutiques ed alle strutture industriali, logistiche e produttive.

Il Gruppo ha mantenuto una eccellente gestione del capitale circolante netto operativo; il saldo al 30 giugno 2011 è pari a 209,8 milioni di Euro, rispetto ai 193,4 milioni di Euro al 30 giugno 2010, con una significativa riduzione dell’incidenza percentuale sui ricavi.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2011 è positiva e pari a 88,7 milioni di Euro, allineata a quella di fine 2010, anche dopo il pagamento di 61,2 milioni di Euro di dividendo ordinario dell’esercizio 2010 e dopo aver finanziato la sopra ricordata significativa attività di investimento. La forte differenza, rispetto al saldo di 200,3 milioni del 30 giugno 2010, è dovuta principalmente al pagamento del dividendo straordinario, per 107,1 milioni di Euro, effettuato nel mese di ottobre 2010.
Il patrimonio netto consolidato al 30 giugno 2011 è pari a 617,5 milioni di Euro, che si confronta con i 618,4 e 667 milioni di Euro, rispettivamente al 31 dicembre e 30 giugno 2010.

Diego Della Valle, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, ha commentato: “I risultati del semestre confermano, ancora una volta, la validità della nostra strategia, che ci sta permettendo di continuare a crescere a doppia cifra a livello di ricavi e di migliorare la nostra già ottima redditività. I buoni risultati realizzati nei nostri negozi, in tutte le categorie di prodotto ed in tutti i mercati in cui operiamo, dimostrano che i clienti apprezzano sempre più l’altissima qualità dei nostri prodotti e la loro iconicità, caratteristiche ancor più interessanti in momenti di mercati impegnativi, come quello attuale. I nostri marchi sono sempre più apprezzati in tutti i mercati, senza eccezioni. Considerando gli ottimi risultati della raccolta ordini per il prossimo Autunno/Inverno, sono fiducioso che anche il secondo semestre dell’anno ci darà buone soddisfazioni.”

Fonte: LA STAMPA


Roberto No comments
Leave a comment

Your Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv Here

Articoli recenti

Your Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv Here

Seguici su Facebook

Your Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv Here

DOPO LA SCELTA DELLA SOCIETA' DI NON RINNOVARE IL CONTRATTO A CORVINO, CHI VORRESTE COME NUOVO D.S. VIOLA ?

View Results

Loading ... Loading ...
Your Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv HereYour Adv Here